La Legge di Stabilità 2016

I neo imprenditori che vogliono accedere ai finanziamenti agevolati in Calabria possono usufruire dei servizi offerti da FINCALABRIA, l'organismo che gestisce i bandi di erogazione. Iannuzzi Consulenza Vi può supportare nella gestione delle domande sul Portale e nella redazione della documentazione e business plan necessari alla formulazione della richiesta.

Inoltre per l'erogazione dei finanziamenti a fondo perduto (vedi legge finanziaria 2016) ora chiamati autoimpiego sarà necessario produrre tutta la rendicontazione degli stati di avanzamento.

 

 

{snippet Iannuzzi_01}

soldi

Con L’ approvazione della nuova legge di Stabilità (in vigore il 1° gennaio 2016) è stato innalzato il limite, per l’uso del contante, da 1000 a 3000 euro; cifra a partire dalla quale è obbligatorio l’utilizzo di mezzi tracciabili come bancomat, assegni, bonifici etc; Il nuovo limite si applicherà inoltre per i pagamenti delle unità abitative in locazione e nel trasporto merci su strada.

Con la modifica dell art 49 comma 1 del d.lgs 231/07 tutte le operazioni tra privati (persone fisiche e giuridiche) regolate in contanti (max 2999,99) saranno del tutto lecite, tuttavia eventuali irregolarità sulle transazioni e le omesse comunicazioni, saranno oggetto di sanzioni amministrative e non penali (art58 commi 1 e 7bis).Per quanto riguarda le PA resta l’obbligo di pagare gli emolumenti superiori a mille euro erogati a qualsiasi titolo solo con l’utilizzo di strumenti telematici; quindi questo vale anche per le pensioni.

Il vecchio limite dei 1000 euro rimane invariato anche per l’emissione di circolari, postali,money transfer e assegni bancari.

Questi ultimi potranno essere emessi privi di clausola d’intrasferibilità per importi inferiori a 1000; permarrà l’obbligo di indicare nome/ragione sociale del beneficiario e la clausola di non trasferibilità a partire dai 1000.Viene pertanto ad essere scisso un limite, quello di trasferibilità degli assegni e dei contanti fino ad oggi univoco nella legislazione antiriciclaggio.

In Italia gli ultimi dati confermano lo scarso utilizzo di mezzi di pagamento elettronici , in contrasto con  la maggiore  disponibilità, rispetto agli Stati dell’area Euro, dei POS presenti sul territorio (1,9 milioni Italia contro 1,3 milioni Francia). Ecco che entro il prossimo 1° febbraio il ministero dell’Economia ,sentita la Banca d ‘Italia, dovrebbe emanare un decreto per promuovere le operazioni con carte di debito e di credito, anche per i pagamenti sotto 5 euro, assicurando l’applicazione del regolamento Ue 751/2015, che punta proprio a ridurre le commissioni interbancarie sui pagamenti elettronici. In particolare,il regolamento prevede un tetto massimo alle commissioni interbancarie dello 0,3% del valore dell’operazione per le carte di credito e dello 0,2% per le carte di debito (bancomat).

 

Iannuzzi Consulenza & Partners - Via Rendano 18, 00199 Roma - 06 862 12 672